Ricetta Dolce - Arancini con Ricotta e Cioccolato

RSS
Ricetta Dolce - Arancini con Ricotta e Cioccolato

Introduzione alla ricetta

Che sia ovina o vaccina, la ricotta ha sicuramente un posto di risalto nella pasticceria siciliana. Se lavorata bene, diventa una crema soffice e leggera, deliziosa in abbinamento al cioccolato. Queste ficoccelle hanno un cuore morbido e cremoso con il tocco croccante delle gocce di cioccolato... una tira l’altra ed è difficile smettere di mangiarle! 

Dolci

Facile

80 grammi

Dessert

Ingredienti per circa 24 ficoccelle da 80 grammi

Per il riso:

  • 500 gr di riso (noi, di solito, usiamo 250 gr della varietà Roma e 250 gr di Originario)
  • 500 ml di latte
  • 500 ml di acqua
  • 80 gr di burro
  • 170 gr di zucchero
  • 1 stecca di cannella

Per la finitura:

  • 100 gr di farina
  • 180 ml di acqua
  • 2 uova 
  • pangrattato

Per la farcia:

  • 100 gr di gocce di cioccolato fondente
  • 250 gr di ricotta
  • 40 gr di zucchero
  • un pizzico di cannella in polvere

Preparazione di riso e condimento

Il riso

Preparare il riso:

  • mettere l’acqua e il latte in una pentola con il burro, la stecca di cannella e lo zucchero.
  • quando arriva a ebollizione aggiungere il riso e mischiare bene;
  • Coprire e lasciar cuocere a fiamma bassa finché il riso non assorbe tutto e risulta cotto ma al dente;
  • a cottura ultimata, mantecare, versare il riso su un piano freddo e stendere in maniera uniforme per permettere un rapido raffreddamento;
  • quando il riso si è intipiedito, è pronto per poter preparare le ficoccelle.

E' importante far asciugare per bene il riso durante la cottura. Non deve essere nè troppo caldo nè troppo umido, o potrebbe incollarsi allo stampo. 

Il condimento

  • Mettere la ricotta in una ciotola e lavorare con una forchetta
  • Aggiungere lo zucchero e un pizzico di cannella e lavorare con le fruste
  • Aggiungere le gocce di cioccolato alla ricotta e mischiare bene
  • Porre la crema di ricotta in un sac-à-poche per facilitare la farcitura delle ficoccelle

Formatura dell'arancino\a

Frittura

La finitura

Passare gli arancini nella pastella e nel pangrattato come riportato in seguito:

  • in una ciotola, porre la farina; aggiungere l’uovo e l’acqua e sbattere bene con delle fruste;
  • quando la pastella risulta liscia e densa, passarvici gli arancini;
  • subito dopo averli passati nella pastella, passare gli arancini nel pangrattato.

La frittura

  • Friggere in abbondante olio fino a doratura, per un’ottima frittura usare uno tra questi oli: olio di semi, olio di arachidi, olio di oliva, olio di palma.
  • Far raggiungere ai suddetti oli la temperatura ideale di 190°, sia in pentola che impostandola manualmente sulla vostra friggitrice.
  • Accettarsi del raggiungimento della temperatura immergendo una mollica di pane, la quale se sfrigola, indica che l’olio è pronto.
  • Immergere quindi delicatamente gli arancini, possibilmente pochi per volta per non abbassare troppo la temperatura dell’olio.
  • Porre infine su carta assorbente e servire.

Per un approfondimento sulla frittura, clicca qui.

Buon appetito!

Variante

Come quelle al cioccolato e pistacchio, anche le ficoccelle ricotta e cioccolato sono ottime passate nello zucchero subito dopo la frittura.

L'idea in più

È possibile arricchire il riso con un po’ di cioccolato rendendo le ficoccelle più colorate e gustose.

Cenno storico

Narra la leggenda che tra gli aztechi viveva una principessa che custodiva il tesoro dello sposo; assalita dai nemici, preferì morire che rivelare il nascondiglio segreto. Dal suo sangue nacque la pianta del cacao: “i semi amari come le sue sofferenze, forti come la sua virtù e rossi come il suo sangue”. Il dio Quetzalcoatl in memoria del suo sacrificio la donò agli uomini, insegnò loro a coltivarla e a preparare con essa una profumata bevanda. Pensiamoci quando ordiniamo una cioccolata calda al bar.

 

Cosa ne pensi della ricetta? Inviaci le foto!

Post Precedente Post Successivo

  • Arancinotto Staff